Per non dimenticare: libri, video e consigli per piccoli e grandi

Dall'autobiografia di un orsacchiotto all'allenatore del Bologna morto ad Auschwitz, fino al dramma delle sorelle Bucci in un cartoon. Una ricca carrellata pensata per tutti

di Redazione GiuntiScuola · 21 gennaio 2019
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
4 min read
 

Leggere per non dimenticare. L'avvicinarci al Giorno della Memoria, vale a dire quel 27 gennaio in cui ricorre la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz da parte dell'Armata Rossa nel 1945, ci invita a considerare una serie di libri in cui poter approfondire l'argomento o semplicemente ripercorrere le atrocità commesse in quegli anni e che portarono allo sterminio di milioni di ebrei.

Per questo motivo abbiamo ideato una lista di titoli divisi per tipologia di pubblico, bambini o adulti, come anche dei video da poter guardar tutti assieme e poi aprire uno spazio di riflessione ad alta voce.

Libri per bambini e ragazzi

Anna Lavatelli e Cinzia Ghigliano, Il violino di Auschwitz, Interlinea, 2018
La storia di una ragazza, tratta da un racconto reale, della perdita di tutto quel che ha tranne il suo violino, con il quale durante la prigionia in un campo di concentramento viene chiamata a suonare di fronte alle SS.

Tomi Ungerer, Otto, autobiografia di un orsacchiotto, Mondadori, 2003
La storia parla dell’orsetto Otto e di due bambini tedeschi, suoi amici per la pelle e inseparabili compagni di gioco. I loro destini si divideranno nel momento in cui la crudeltà della guerra e la malvagità degli uomini divise i loro destini (vedi l'articolo di Graziella Favaro, “ Non c'è futuro senza memoria ”, Sesamo Online, 20 gennaio 2017).

Matteo Corradini, La pioggia porterà le violette di maggio, Einaudi Scuola, 2014
Una ragazza di dieci anni riceve in dono un clarinetto con all'interno una dedica. La ricerca per capire da dove venisse la porterà fino al ghetto di Terezin, in Repubblica Ceca, raccogliendo testimonianze e ricostruendo la storia che stava dietro a quello strumento musicale.

Barbara Vagnozzi, Lev, Gallucci Editore, 2016
Un ragazzo di 13 anni, grazie a uno degli ultimi “Kindertransport”, riesce a raggiungere la Gran Bretagna sfuggendo così all'ira della persecuzione nazista. Il libro è in doppia lingua, sia italiana che inglese.

Daniela Palumbo, Le valigie di Auschwitz, Piemme, 2011
Cinque bambini, altrettante provenienze, un unico destino: l'internamento nei campi di concentramento nazisti in quanto ebrei. Cinque storie da leggere con attenzione e riflessione, con una parte introduttiva che ben spiega al bambino cosa fosse stato il campo di concentramento di Auschwitz.

Graphic novel

Matteo Matteucci, “Arpad Weisz e il Littoriale”, Minerva, 2017
Il libro con illustrazioni e parole racconta la storia dell'allenatore di calcio, di origini ungheresi ed ebreo, Arpad Weisz, vincitore di tre scudetti di serie A di cui due con il Bologna. Fu deportato ad Aushwitz dove si è spento il 31 gennaio 1944 in una camera a gas. Clicca qui per un'anticipazione.

Bibliografia per adulti

Georges Bensoussan, L'eredità di Auschwitz: come ricordare, Einaudi, 2014
Questo libro è un invito, anche per gli insegnanti a una atteggiamento più critico e diretto, e meno retorico, quando si affronta il tema della Shoah. Non commemorazione, ma riflessione.

Heinz Heger, Gli uomini con il triangolo rosa, Sonda, 2019
Un saggio che racconta la storia di Heinz Heger, arrestato a Vienna nel 1939 e deportato a Sachsenhausen e di Flossenbürg. Un testo che aiuta a capire il dramma delle persone omosessuali che furono perseguitate dal regime nazista.

Véronique Mougin, Il filo di Auschwitz, Corbaccio, 2019
Figlio e padre, ebrei ungheresi e deportati assieme, si salveranno. Il figlio 14enne riuscirà a farlo imparando dal genitore il mestiere di sarto, cosa che in passato non voleva fare. Un modo per guardare come un adolescente poteva crescere in un contesto come quello della detenzione in un campo di concentramento.

Sitografia

https://www.annefrank.org/en/anne-frank/
Il sito della casa museo di Anna Frank ad Amsterdam. Tanti materiali interessanti ma non in italiano (la pagina è in inglese, olandese, tedesco e spagnolo).

Video sul web

https://www.raiplay.it/collezioni/gennaio2018-pernondimenticare/
Raiplay promuove un serie di contenuti video: una raccolta tra documentari, interviste e approfondimenti realizzati nel corso degli anni dalla televisione pubblica italiana.

https://www.raiplay.it/video/2018/08/FILM-La-stella-di-Andra-e-Tati-b384236c-2e8c-4e7d-b5bc-ab2eafce4c87.html
“La stella di Andra e Tati” racconta in poco meno di mezz'ora il dramma delle sorelle Andra e Tatiana Bucci, deportate ebree originarie dell'Istria, superstiti del campo di concentramento di Auschwitz. Furono scambiate per gemelle e per questo utilizzate come cavie sperimentali. Il mediometraggio a cartoni animati di Rai Ragazzi aiuta anche i più giovani a conoscere e capire la loro storia, promossa dalle due sorelle ancora oggi con gli studenti di tutta Italia.

Leggi anche: Cristiana De Santis, Shoah: il dottor Korczak, maestro dei bambini abbandonati, La Vita Scolastica Online , 21 gennaio 2019

 

Scarica dalla Didattica La Shoah e il razzismo: l'esperienza dell'Istituto Comprensivo di Verolengo


Open larger view