Odissee a colori tra i migranti di Ventimiglia

Un’insegnante di educazione artistica, Monica Di Rocco, ha organizzato un laboratorio di arteterapia per ragazzi e giovani migranti e richiedenti asilo a Ventimiglia.  

di Redazione GiuntiScuola · 11 dicembre 2016
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
0 min read

A Ventimiglia, un’insegnante di educazione artistica, Monica Di Rocco , ha organizzato un laboratorio di arteterapia per ragazzi e giovani migranti e richiedenti asilo.
Ha chiesto loro di raccontarsi con i disegni.
A poco a poco i colori hanno dato voce a incubi chiusi in fondo al cuore, alla paura, a momenti indicibili con le parole.
Ma ci sono anche i disegni dei loro zaini , di quello che c’è dentro e che testimonia la loro vita prima di partire: un maglione, una foto, un cellulare , legame irrinunciabile con la famiglia o con chi li attende in altri Paesi europei.
E infine hanno disegnato i sogni e la speranza, con scritte, simboli di pace, immagini di sé come calciatore, meccanico, parrucchiere.

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!