Numerandia

Gli alunni della scuola primaria "Ilaria Alpi" di Uliveto Terme (PI) hanno incontrato il mago dei numeri, che li ha guidati alla scoperta della città di Numerandia. I bambini hanno raccontato la visita in un libro digitale. Ecco il progetto segnalato da Barbara Manconi su "La Vita Scolastica" di ottobre. 

di Redazione GiuntiScuola · 13 ottobre 2016
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
2 min read

La scuola ha il compito di guidare i bambini ad acquisire competenze che possano essere spendibili nel mondo reale. Le condizioni per trasformare conoscenze e abilità in competenze sono la motivazione e il coinvolgimento attivo nella costruzione del sapere . Si può fare anche con bambini piccoli, a patto che lo stimolo fornito dal docente sia quello giusto, in grado di far mettere in gioco la volontà degli alunni di partecipare.

Il mago dei numeri

L’insegnante Cristina Coletta ha coinvolto la seconda della scuola primaria di Uliveto Terme (PI) I.C. "Ilaria Alpi” nella creazione di un e-book all’interno del quale i bambini incontrano un personaggio-stimolo: il Mago dei Numeri che arriva a far visita alla loro classe (ne sentiamo la voce registrata) e li accompagna a conoscere Numerandia. Si tratta di un mago strano, che ama trascorrere le sue giornate a cantare e contare. All’interno del libro possiamo anche ascoltare una delle sue filastrocche che ovviamente lo descrive ricorrendo a rime con i numeri.

Una città da scoprire

Anche Numerandia è un posto strano: tutto ha la forma di un numero, perfino i bambiniche però “non conoscono affatto i numeri e la matematica”. A questo punto ogni alunno riceve la bacchetta magica dell’esperto matematico e l’incarico di raccontare a questi esseri fantastici delle storie.

Ci sono storie con addizioni, con sottrazioni, ambientate a Natale e a Carnevale ma anche sul tema dei giochi. Il percorso introduce anche al concetto di moltiplicazione a partire da un lavoro manuale: la creazione di alcuni visi di orsetti in polistirolo e cotone di cui contare gli occhi in modi diversi.

A tu per tu con i numeri e con i compagni

L’intero percorso didattico consente ai bambini di sentirsi protagonisti, richiede loro di comprendere quanto viene proposto per poterlo spiegare agli abitanti di Numerandia. Il lavoro di gruppo e le attività manipolative consentono anche ai bambini in difficoltà di essere stimolati e aiutati nella scoperta e nell’acquisizione dei concetti matematici di base dall’interazione con i compagni.

Per saperne di più

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!