Nostalgia e ricordi: le lacrime dei bambini

Guardare le vecchie fotografie, ricordare una perdita... Ci spaventa che i bambini possano piangere e soffrire. Invece la nostalgia e il racconto condiviso aiutano ad essere risanati. DI Beatrice De Biasi

di Beatrice De Biasi · 21 settembre 2018
0

REGISTRATI ACCEDI

0
3 min read

“Ad un tratto ho sentito un odore e mi ha ricordato quello del nonno… lo avevo dimenticato”.
Immergersi nei ricordi, guardare le vecchie fotografie, risentire alcuni odori o sapori viene vissuto da molti come un comportamento da evitare per non percepire il senso di mancanza e di assenza che da questo ne deriva.
Soprattutto con i bambini che hanno subito una perdita ci spaventa la possibilità che nel ricordo possa soffrire, farsi del male e le lacrime che naturalmente sgorgano angosci

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it