Leggiamo poco: è colpa anche della scuola?

L'Italia secondo i dati Eurostat si trova quasi in fondo alla classifica continentale. E se ogni mattina i docenti dedicassero i primi dieci minuti alla lettura ad alta voce di un libro?

di Mario Maviglia · 01 febbraio 2019
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
2 min read

Lo scorso anno l’Eurostat, l’Ufficio Statistico dell’Unione Europea, ha pubblicato i dati riguardanti la lettura di libri e giornali in Europa . I risultati emersi non sono molto confortanti per il nostro Paese. È stato richiesto agli intervistati quale fosse l’attività preferita nel tempo libero. I finlandesi nel 16,8% dei casi hanno indicato la lettura come attività preferita, seguiti dai polacchi (16,4%) ed estoni (15%). L’Italia si colloca in fondo alla classifica (8%), ma - stra

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!