"Il bambino mangerà?" Affidarsi e affidare

Le abitudini familiari possono "scontrarsi" con quelle del nido. Una buona comunicazione educatori-famiglia e una graduale introduzione delle novità possono evitare capricci e difficoltà. Di Alessia Marcassa, Psicologa, Centro CPF – FIDA Torino.

di Redazione GiuntiScuola · 06 ottobre 2017
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
2 min read

I genitori si trovano spesso ad affidare i propri bimbi alle cure di altre persone, come agi educatori o maestri. Spesso i mesi estivi rappresentano momenti importanti per lo sviluppo dei bambini più piccoli, perché possono raggiungere tappe evolutive necessarie agevolati dal fatto che i genitori hanno più tempo da dedicare loro attenzione e accudimento. Alcuni possono cominciare a camminare, essere aiutati nei ritmi sonno veglia, acquisire il controllo sfinterico o anche incominciare l

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!