Dislessia "fai da te": un intervento su caso singolo

La legge 170/2010 conferisce alle scuole un ruolo di primo piano nell'individuazione dei casi di DSA, ma spesso questo non accade. Come nel caso di Grazia, una bambina di 7 anni, la cui dislessia è stata individuata dal personale psico-pedagogico di un IPAB. La struttura ha seguito la bambina e il percorso ha dato buoni risultati.

di Redazione GiuntiScuola · 03 marzo 2013
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
3 min read

La dislessia è oggi uno dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento maggiormente indagati. Prova ne sono la ricca letteratura scientifica esistente, le associazioni fondate con lo scopo di intervenire preventivamente e i vari siti che affollano internet dispensando consigli su come diagnosticarla e intervenire.

La scuola, nella figura dell’insegnante, riveste un ruolo fondamentale nell’individuare i bambini con sospetto di DSA , in special modo alla luce della legge 170 dell’8 ottobre 2010,