Cibo, clima, scuola

Intervenire sui cambiamenti climatici per garantire la sicurezza alimentare e ripensare i sistemi di produzione e consumo alimentari per adattarli ai cambiamenti del clima. Ecco i due impegni che le Nazioni Unite hanno preso in occasione della Giornata mondiale dell’alimentazione, il 16 ottobre. Sprechi e degrado alimentare rimangono un problema di tutti. E la scuola può far molto al riguardo

di Vichi Demarchi · 19 ottobre 2016
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
2 min read

I numeri della fame

I quasi 800 milioni di persone che nel mondo soffrono la fame si devono guardare da molte insidie, comprese quelle che arrivano da una natura poco generosa. Lo sanno bene la popolazione di Haiti colpita di recente da un tremendo uragano e i popoli del Sahel alle prese con una siccità che non lascia scampo. L’80 per cento di chi soffre la fame vive in zone di degrado alimentare .
Per tutti loro troppo spesso il clima diventa sinonimo di fame, nei casi più fortunati