Carta o sasso? Impariamo un gioco di abilità e ritmo

Parole ritmate, una morra cinese e un delicato contatto corporeo per scoprire battimani anche in lingua madre. Di Antonio Di Pietro, pedagogista

di Redazione GiuntiScuola · 14 febbraio 2019
0

REGISTRATI ACCEDI

0
3 min read

Ci sono “giochi cinesi” che in realtà non sono cinesi.

Quello che molto spesso viene chiamato “ Nascondino cinese ” è un “ Nascondino al contrario ” dove uno si nasconde e tutti vanno a cercarlo. Poi, c'è la “ Dama cinese ” (inventato negli anni Venti negli Stati Uniti) un gioco da tavolo a forma di stella, dove non si “mangia” quando si salta una pedina (come invece avviene a Dama).

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it