"Strane straniere", il docufilm che racconta le donne arrivate in Italia

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [TNFSEACR] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [8A89T2PE] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [W6SPW3V3] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)

"Strane straniere", il docufilm che racconta le donne arrivate in Italia

Il film documentario di Elisa Amoruso su cinque donne che arrivano in Italia per motivi diversi: l’amore, il lavoro, la curiosità...

strane straniere docufilm

Il documentario "Strane straniere" di Elisa Amoruso, dall'8 marzo nelle sale, racconta la storia di cinque donne che hanno lasciato i luoghi di origine e che ora vivono in Italia. Qui si sono reinventate una vita, un'identita, un futuro.
Sonia è la proprietaria del ristorante cinese più conosciuto di Roma:  prepara il Capodanno Cinese. Suo marito, scomparso in Cina per lungo tempo, è tornato: Sonia lancia le lanterne in cielo perché siano propizie al loro futuro insieme.
Sihem lavora in campagna con  Ciro se ha fondato l'associazione "La Palma del sud": uno scorcio di mondo arabo, un sostegno per chi è in difficoltà.
Ana è croata, Ljuba è serba e insieme hanno una piccola galleria d'arte nel centro di Roma.
Radi, arrivata per amore, ha creato una cooperativa di sole donne che preparano salse di pesce. Forse un giorno avrenno un peschereccio tutto loro.

Cinque donne, cinque storie dal mondo che raccontano un'immigrazione lontana dagli stereotipi.

Leggi anche 8 marzo, nel segno del rispetto di Graziella Favaro. 

9 Marzo 2017 News

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola