"Sole e mare", la guerra vista da una bambina

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [RI11NT3B] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [Q6VRHZG6] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [JRXQK4VN] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)

"Sole e mare", la guerra vista da una bambina

Un libro da leggere e da guardare. Scritto e illustrato da Fuad Aziz, per Matilde editrice.

copertina_sole_e_mare

Un altro libro bello e importante da leggere e da guardare. Racconta la guerra vista con gli occhi di Amina, una bambina che cerca e trova,  tra le macerie, motivi per avere fiducia e continuare a sorridere.

Il primo libro del nuovo marchio editoriale Matilda editrice è scritto e illustrato da Fuad Aziz ed è ispirato  a una storia vera, che ha fatto il giro del mondo grazie alle foto scattate da Nada Jaffal tra le macerie di Gaza: una bimba vestita di verde, che rovista tra i detriti, trova dei libri e sorride. 

Sole e mare racconta la guerra con delicatezza e "a voce bassa", e tocca temi che possiamo approfondire, per dare ai bambini e alle bambine le parole adatte per descrivere le emozioni suscitate. Un albo illustrato di facile comprensione fino dalla primaria.

Per saperne di più

Leggi l'approfondimentosu Fuad Aziz.

3 Febbraio 2017 News

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola