"La zucca di papà"

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [3TT8C2CI] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [7MNKKH25] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [ES3QT17Z] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)

Giulio è un bambino che fa finta di tagliarsi la barba insieme a suo papà. E mentre ha la faccia coperta di schiuma nota che suo padre ha pochi capelli sulla testa... Come aiutarlo? Un libro per tutti, la recensione di Antonio Di Pietro. 

la zucca di papa

Giulio è un bambino che fa finta di tagliarsi la barba insieme a suo papà. E mentre ha la faccia coperta di schiuma nota che suo padre ha pochi capelli sulla testa. Vorrebbe aiutarlo, perché lo vede dispiaciuto. Allora pensa come fare ad aiutare suo padre mettendo in moto le proprie conoscenze: riseminare i capelli e annaffiarli come i fiori? Oppure mettergli una parrucca? Disegnargli i capelli sulla testa? Con il sale e il pepe gli ricresceranno grigi? Il papà sa apprezzare lo sforzo del figlio e lo rincuora in modo amoroso.
La zucca di papà di Silvia Serreli (Giunti) è un classico esempio di come una microstoria familiare possa essere degna di nota fino a diventare un libro. Un piccolo albo anche per chi non gioca con la schiuma da barba e per chi ha i papà capelloni.

Condividi

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola