I PROTAGONISTI DELLA STORIA DELLA PSICOLOGIA SCOLASTICA: Burrhus Frederick Skinner

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [BBTJ42LY] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [34L9D3HE] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [QSQHSYPT] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [BBTJ42LY] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [34L9D3HE] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [QSQHSYPT] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)

I PROTAGONISTI DELLA STORIA DELLA PSICOLOGIA SCOLASTICA: Burrhus Frederick Skinner

Burrhus F. Skinner (1904-1990) è tra i maggiori psicologi americani del secolo scorso. Collocandosi nell’ambito della scuola psicologica nota come “comportamentismo”, la cui nascita viene fatta risalire ai lavori pionieristici di John Watson (1913), Skinner afferma la centralità dell’apprendimento inteso quale modalità tramite cui l’individuo acquisisce, attraverso l’esperienza, un repertorio di comportamenti (motori, verbali, sociali, ecc.) che diventano successivamente la struttura costitutiva della sua personalità.  

L'accesso alle risorse di questa sezione è riservato ai seguenti profili

Entra Non sei ancora registrato? Fallo ora!
Skinner immagine

Burrhus Frederick Skinner

Il termine “condizionamento”, e in particolare “condizionamento classico”, richiama gli studi di Pavlov (1849-1936), fisiologo russo che per primo evidenziò tale meccanismo. La somministrazione di cibo ad un cane ne provoca la salivazione, considerata una risposta incondizionata, ossia naturale, e non frutto di apprendimento. Tuttavia, Pavlov registrò che se facciamo precedere la somministrazione di cibo dal suono di una campanella, alla fine il cane saliva anche in presenza di questo secondo stimolo neutro.

Questo modello, conosciuto anche come paradigma “Stimolo-Risposta” (S-R) ha permesso di spiegare molti fenomeni umani, come ad esempio le fobie, in termini di risposte condizionate: in altre parole, il bambino imparerebbe a temere alcuni stimoli neutri perché associati con stimoli che naturalmente provocano paura.

Tuttavia, per quanto rigoroso ed interessante, il paradigma S-R si dimostrò inadeguato per comprendere l’ampia gamma delle possibilità di apprendimento degli esseri umani. Skinner integrò il paradigma pavloviano e pose le basi teoriche per sostenere l’esistenza di una diversa modalità di apprendimento.

Egli dimostrò che i comportamenti umani sono prevedibili e che, in talune condizioni, sono anche controllabili attraverso una particolare gestione di ciò che avviene prima del comportamento manifesto (antecedenti) e di ciò che lo segue (conseguenze).

Perciò era necessario osservare il comportamento e la sua relazione con le “contingenze di rinforzo”, ossia quegli eventi che seguono la risposta del soggetto e possono rinforzarla. Nel paradigma skinneriano, il “rinforzo” infatti rappresenta un qualsiasi evento in grado di aumentare la probabilità di comparsa di un comportamento.

 

 

Vedi anche...

I PROTAGONISTI DELLA STORIA DELLA PSICOLOGIA SCOLASTICA: Jean Piaget

I PROTAGONISTI DELLA STORIA DELLA PSICOLOGIA SCOLASTICA: Lev Semenovic Vygotskij

I PROTAGONISTI DELLA STORIA DELLA PSICOLOGIA SCOLASTICA: Maria Montessori

I PROTAGONISTI DELLA STORIA DELLA PSICOLOGIA SCOLASTICA: Hermann Ebbinghaus

I PROTAGONISTI DELLA STORIA DELLA PSICOLOGIA SCOLASTICA: Albert Bandura

 

 

Se sei abbonato puoi scaricare l'articolo completo nella sezione "Approfondimenti" che trovi in cima a questa pagina.
 

Carlo Pascoletti (Università degli Studi di Udine): 04 Agosto 2017 Apprendimento, Comportamento

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola