Creatività: come promuoverla a scuola?

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [NW23NFW8] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [VEYYLFB9] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [59NV88BL] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [NW23NFW8] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [VEYYLFB9] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [59NV88BL] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)

Creatività: come promuoverla a scuola?

Che cos'è la creatività? Quali aspetti sono implicati nel pensiero creativo? Comprenderli e analizzarli  può costituire un valido punto di partenza per strutturare un programma per lo sviluppo della creatività nel contesto scolastico.
Poesia

Immagine tratta dal sito www.cantodellesirene.altervista.org

Una prima possibilità è di intendere la creatività quale atteggiamento, ossia una particolare modalità di rapportarsi alla realtà -esterna e interiore –- e di interagire con essa.

L’atteggiamento creativo è stato, per ricordare qualche proposta al riguardo, designato come apertura verso l’esperienza, accettazione del rischio e della contraddittorietà, spirito di avventura, predilezione verso la complessità.

In accordo con questa impostazione, più recentemente alcuni degli aspetti che caratterizzano l’atteggiamento dell’individuo creativo sono stati intesi come elementi di una più generale dimensione psicologica denominata problem-finding. Essa consiste nella tendenza a considerare vari possibili approcci al problema, ad abbandonare la via intrapresa qualora un’altra si presenti come più adeguata allo scopo, a non considerare definitivi i risultati raggiunti.

Una seconda possibilità è intendere la creatività come potenzialità ovvero come una predisposizione o un complesso di predisposizioni che permettono all’individuo, in date circostanze, di compiere specifiche elaborazioni mentali atte a produrre risultati originali e apprezzati. Possono rientrare in questo ambito le visioni secondo cui il pensiero dell’individuo creativo sarebbe contraddistinto principalmente da fluidità di idee, flessibilità, originalità, aspetti dellamente virtualmente idonei a garantire un’elevata probabilità di reperire idee inusuali e utili.

Una terza possibilità è di ritenere che per sviluppare la creatività degli alunni occorra addestrarli a compiere particolari processi, ossia ad innescare forme di funzionamentomentale abitualmente non attivate.
Per esempio, un particolare processo implicato nel pensiero creativo è la ristrutturazione: la soluzione creativa di un problema risiede nel considerare il problema stesso da un differente punto di vista in modo che emergano nuove relazioni.

 


Scarica l'articolo completo per saperne di più!
 

Per abbonarti clicca qui.

Marisa Giorgetti, Paola Pizzingrilli, Alessandro Antonietti (Università Cattolica di Milano): 28 Dicembre 2016 Espressione

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola