Guardare avanti

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [9H42FVYX] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [MA92I8G4] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [8P1HASE9] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => it
)
La professionalità del personale educativo rimane la risorsa più importante per la qualità di un servizio rivolto all’infanzia. La rivista "Nidi d'infanzia" sente l’impegno di avere cura per chi ha cura dei bambini, sostenendone le competenze e la motivazione al confronto. Di Anna Lia Galardini.  

Dietro al nido e ai servizi per i più piccoli di oggi c’è una lunga storia di pensieri e di progetti educativi che testimonia la volontà di costruire per i bambini comunità accoglienti, capaci di coltivare il piacere di crescere in ambienti di vita, di relazioni e di esperienze condivise tra bambini ed adulti. È un patrimonio da far conoscere e alimentare, nella consapevolezza che i primi anni di vita sono preziosi per garantire ai bambini basi sicure nella crescita.
Questa storia ci insegna che ascoltare e accompagnare l’infanzia è un esercizio difficile. Atteggiamenti di ascolto, di empatia e di rassicurazione, a cui i bambini hanno diritto, richiedono da parte di chi educa continuità di risorse e di energie, da coltivare in modo cooperativo attraverso molteplici opportunità.
La presenza attiva e incoraggiante dell’educatore, in dialogo con la famiglia e il contesto sociale, per dare forma e contenuto a luoghi in cui i bambini possano sentirsi a proprio agio, comporta la capacità di riflettere e progettare attraverso una comunicazione alimentata nelle relazioni. L’azione educativa si colloca, infatti, e prende forma all’interno di legami, che hanno bisogno di attenzione reciproca per procedere in una direzione di senso condivisa e collegialmente costruita. La professionalità del personale educativo rimane dunque la risorsa più importante per la qualità di un servizio rivolto all’infanzia. La rivista sente l’impegno di avere cura per chi ha cura dei bambini, sostenendone le competenze e la motivazione al confronto, dando riconoscimento al loro lavoro, attraverso la documentazione delle esperienze e dei processi di crescita dei bambini.
 

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola