Come migliorare il nostro inglese: tante idee per insegnanti (e non solo)

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Come migliorare il nostro inglese: tante idee per insegnanti (e non solo)

Scoprire cosa funziona per noi e seguire una "dieta" piacevole e costante fatta di video, news, letture e altro ancora: ecco i consigli e i link utili per una buona competenza linguistica. Di Paola Traverso. 

idea albero cielo

Le lingue sono come grandi alberi secolari, in continua evoluzione. Producono fiori, frutti e semi che possono germogliare dentro di noi, a patto di creare il terreno adatto.
Quali situazioni possono favorire l'apprendimento e il potenziamento di una lingua straniera? Come insegnanti d'inglese, a cosa si deve prestare attenzione per migliorare la competenza linguistica? Ecco alcune idee per restare in allenamento.

Capire da dove partire

Arrivare ad una buona competenza linguistica di base, e mantenerla, è un passo fondamentale. Per considerare gli aspetti che costituiscono una buona competenza di base, è importante far riferimento ai livelli del QCER e utilizzarli per un'autovalutazione.
Ci si può inoltre mettere alla prova con un test d'inglese per avere un'idea indicativa generale e selezionare corsi e materiali di studio appropriati. Molti dei corsi e delle attività a cui è possibile accedere online, offrono spesso materiali graduati per livello.

Sapere cosa funziona per noi

Ogni persona ha canali preferenziali d'apprendimento e stili cognitivi diversi. C'è chi ama imparare l'inglese con le canzoni. C'è chi preferisce i film e i video, chi si diverte a "chattare", chi ricerca il contatto diretto attraverso English speaking clubs , chi predilige leggere storie e poesie, chi è patito per i fumetti. Sfruttate passioni e propensioni per esporvi in modo piacevole alla lingua.
Impiegate stimoli diversi e una varietà di materiali. Multimodalità e multimedialità (vedi il mio post sul blog CLIL4 children) sono vincenti non soltanto con i bambini ma anche con gli adulti.

Curare la lingua professionale per la classe

Una buona competenza linguistica di base è necessaria, ma non basta. L'inglese che un insegnante di scuola primaria utilizza in classe è un inglese specialistico da impiegare per una varietà di scopi: gestire routine quotidiane; usare giochi, canzoni, filastrocche, brevi storie; proporre attività linguistiche legate ad una varietà di temi (casa, scuola, famiglia, città, abitudini e hobby,festività, ambienti naturali...); veicolare in inglese apprendimenti legati ad ambiti disciplinari diversi; gestire la disciplina, incoraggiare, esortare, premiare.
Nella didattica d'inglese della rivista La Vita Scolastica si trovano vari esempi del linguaggio che un docente usa in classe per gestire le varie attività, sia di tipo linguistico che di tipo CLIL. Potete utilizzare i vari suggerimenti per costruire una rubrica personale dove annotare, per ogni categoria, espressioni e parole chiave da arricchire progressivamente.

Curare la lingua professionale per l'(auto)aggiornamento

Le lingue sono una finestra aperta sul mondo. Permettono, a bambini e insegnanti, di viaggiare in ambienti e culture di altri paesi. Le Indicazioni nazionali per il curricolo suggeriscono tra l'atro di favorire la corrispondenza con coetanei stranieri. Questo vuol dire per i docenti padroneggiare e la lingua per stabilire contatti con altre scuole, per partecipare a progetti europei Erasmus o iniziative E-twinning. Tutto ciò implica anche tenersi aggiornati su iniziative educative internazionali, partecipare a conferenze, convegni, forum e incontri online.

Diventare Storytellers

Le storie hanno sempre un grande fascino per i bambini. L'approccio narrativo ben si adatta al loro modo di pensare e può essere impiegato con successo anche nell'insegnamento dell' inglese. Le proposte possono essere varie: filastrocche e favole, graded readers e picturebooks.
È possibile reperire online molti video d'animazione con canzoni e filastrocche.
Si trovano anche video di parlanti nativi o attori che leggono storie o le raccontano. Potete utilizzare questo materiale come risorsa per avere un buon modello di pronuncia e intonazione. Potete poi far pratica, possibilmente davanti ad uno specchio, a raccontare o leggere la storia accompagnandola da gesti, mimica, sguardi, pause, silenzi, variazioni del tono di voce. Divertitevi a fingervi attori e utilizzate mente e corpo. Emozionatevi e fate emozionare i vostri alunni!

Seguire una dieta equilibrata

Curare il cibo è importante per la salute ed occorre fornire ogni giorno al nostro corpo una varietà di nutrienti. Le carenze nutritive hanno effetti devastanti e anche "le piantine delle lingue" che crescono dentro di noi, se non ricevono costantemente un adeguato nutrimento, sono destinate ad appassire.
Esponetevi ogni giorno ad un po' d'inglese: un video, una canzone, un racconto, una poesia; una bella citazione o un proverbio; ascoltate o leggete world news, weather forecast, sport news (www.bbc.co.uk). Se avete un hobby, procuratevi riviste specialistiche in originale o andate alla ricerca di siti e blog. Utilizzate i nuovi termini incontrati per creare, su fogli o con post-it, famiglie lessicali e diagrammi per facilitare la memorizzazione.
Curate l'inglese generale, prestando attenzione sia alle abilità orali che a quelle scritte. Lavorate sulla lingua per il lavoro d'insegnante. Concedetevi ad esempio ogni sera il piacere di addormentarvi o di fare addormentare i nostri figli con una bella storia di children's literature. Le belle storie non hanno età e fanno bene sia ai piccoli che ai grandi.

Per saperne di più

Segui il blog di Paola Traverso Clil 4 Children

Scopri l'abbonamento a La Vita Scolastica

Leggi Inglese per la scuola primaria, giochiamo con le flashcards

Leggi Verso le prove INVALSI Inglese

Cerca materiali didattici su La Vita Scolastica

Leggi CLIL a scuola: per agire, comunicare e pensare senza barriere linguistiche


 

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola